You are in:

1-2.12.16 I Gonzaga digitali 3

COMUNICATO STAMPA

 

I GONZAGA DIGITALI 3
Banche dati e prospettive di ricerca per la storia dell’architettura e dell’urbanistica nei carteggi gonzagheschi (1563-1630)

Il Convegno, promosso dal Centro Internazionale d’Arte e di Cultura di Palazzo Te, dal Comune di Mantova, dal Politecnico di Milano-Polo territoriale di Mantova, dal Dipartimento di Scienze storiche e filologiche dell’Università Cattolica (sede di Brescia), dall’Archivio di Stato di Mantova e dall’Associazione Amici di Palazzo Te e dei musei mantovani con il patrocinio del Museo di Palazzo Ducale di Mantova, con il sostegno di Fondazione Cariverona e Fondazione Comunità Mantovana Onlus, è dedicato al rapporto tra la famiglia Gonzaga e gli architetti e urbanisti che operano a Mantova tra la metà del Cinquecento e il Sacco del 1630.


Giunto alla terza edizione, l’appuntamento de “I Gonzaga digitali” di quest’anno ha visto la stretta collaborazione del Centro Internazionale d’Arte e di Cultura di Palazzo Te e del Politecnico di Milano-polo territoriale di Mantova nell’ideazione di un percorso di ricerca intorno alle principali figure di architetti, di ingegneri e di urbanisti che lavorano per la corte mantovana negli anni del ducato di Guglielmo, Vincenzo I e Ferdinando Gonzaga.


Il progetto più importante di questo periodo è certamente Palazzo Ducale dove, nell’ambito del cantiere della basilica palatina di Santa Barbara e dei riassetti guglielmini di Corte Vecchia e Corte Nuova in Castello, operarono (fra gli altri) Giovan Battista Bertani, Battista Paolo Covo, Cesare e Pompeo Pedemonte, Bernardino Facciotto e Giovanni Angelo Bertazzolo. Lavori sui quali ebbero sicura influenza i contatti artistici con Roma, facendo sempre più di Palazzo Ducale un aggiornato riferimento architettonico per le corti dell’Europa Centrale, specialmente per quelle d’ambito asburgico.


La ricerca è stata svolta grazie ai numerosi documenti conservati nel portale “Banche dati Gonzaga”, work in progress che prevede l’implementazione costante di trascrizioni di lettere dell’Archivio Gonzaga (http://banchedatigonzaga.centropalazzote.it/portale). Questo innovativo strumento di lavoro permette di attingere liberamente a dati e a informazioni che non sono limitati alla sola provincia mantovana, ma definiscono le relazioni nazionali e internazionali della corte Gonzaga. La difficoltà della comprensione dei testi originali, conservati nell’Archivio di Stato di Mantova, è pertanto superata dalle trascrizioni fornite nel portale che permettono un’accessibilità più ampia e sicuramente aprono nuove prospettive interpretative a livello internazionale, necessarie per far crescere la progettazione consapevole delle trasformazioni fisiche del nostro fragile territorio.

Di questi e di altri aspetti si discuterà nel convegno del 1 dicembre (presso Aula Magna Politecnico) e 2 dicembre (presso Sala Polivalente di Palazzo Te) che vedrà coinvolti esperti provenienti da varie istituzioni accademiche italiane. I relatori (Paolo Carpeggiani-Politecnico di Milano-polo territoriale di Mantova; Carlo Togliani-Politecnico di Milano-polo territoriale di Mantova; Renato Berzaghi-Accademia Nazionale Virgiliana; Daniela Sogliani-Responsabile del progetto di ricerca “Banche dati Gonzaga”; Elena Svalduz-Università di Padova; Guglielmo Villa-Università “La Sapienza” di Roma e Alessandra Alvisi, Simona Bellesini e Cecilia Baraldi, ricercatori del progetto) affronteranno i contenuti dei database gonzagheschi da varie prospettive, mettendone in rilievo le novità e le possibilità di sviluppo future.


Inoltre, il giorno 2 dicembre sarà presentato, con Stefano Baia Curioni, Presidente del Centro Internazionale d’Arte e di Cultura di Palazzo Te, il primo volume della collana di studi “I Gonzaga digitali”, diretta da Andrea Canova e Daniela Sogliani, in cui sono stati raccolti gli interventi della precedente giornata di studi dedicata alle “Banche dati Gonzaga” e alla cultura letteraria in età moderna.

Nel pomeriggio, a partire dalle ore 14.00, è prevista una visita a Palazzo Ducale e alla basilica di Santa Barbara insieme ai relatori del convegno (iscrizione obbligatoria entro il 27 novembre all’indirizzo mantova@polimi.it). 

______________________________________________________________

 

Segreteria del convegno:
Centro Internazionale d’Arte e di Cultura di Palazzo Te, viale Te n. 19, 46100 Mantova
Tel. 0376-369198
e-mail: dsogliani@centropalazzote.it