Ti trovi in:

09-10.09.17 L'isola di Pietole

COMUNICATO STAMPA:

L’Isola di Pietole
Mostra degli elaborati degli studenti del
Laboratorio di Progettazione Finale – a.a. 2016/2017
del Corso di Laurea in Progettazione dell’Architettura

09-10 settembre 2017


1917-2017, La rinascita dell’isola di Pietole

L’approdo ad un’isola è la metafora perfetta di ogni nascita, tanto più di una rinascita. È questa l’intenzione di fondo che celebra il centenario della grande, incredibile esplosione del Forte di Pietole del 1917 per condividere con tutti le idee che lo potrebbero trasformare in un laboratorio di attività innovative e rispettose del suo grande, nascosto passato. Infatti dal 1917 il Forte, fin dall’epoca napoleonica concepito come un’isola, diviene sempre più un mondo a parte alle porte della città, lussureggiante e per certi versi inquietante. Nonostante tutto, esso nasconde ancora nelle sue viscere il luogo natale di Virgilio ed è anche grazie al suo fantasma letterario che quelle imponenti memorie cominciano a diventare la nuova pagina di un racconto aperto al futuro.

L’evento del centenario è concepito in tre atti: una rievocazione in forma di dialogo teatrale affidato allo scrittore ed autore televisivo Carlo Lucarelli, un’esplorazione particolare di alcune parti del Forte, ed una mostra delle proposte di rigenerazione curate dai docenti del Politecnico di Milano, Polo di Mantova, Paolo Citterio, Chiara Lanzoni e Carlo Togliani, tutti messi in scena direttamente negli affascinanti e onirici spazi dello stesso Forte di Pietole.
La recente riscoperta delle foto originali del reparto foto-cinematografico del Regio Esercito Italiano, a lungo censurate, mostrano uno scenario apocalittico, quasi irriconoscibile nelle condizioni attuali. In un secolo esatto quello che era terra bruciata diviene un fitto ed intricato bosco lambito dalle acque del Mincio e segnato da singolari manufatti militari. Vedere il Forte come se fosse un’isola significa non solo concepirlo come un luogo separato quale è, ma anche come un micro-mondo, un’unità dotata di forza propria, la rappresentazione materiale di un nuovo inizio, di una rinascita. Il Forte di Pietole dovrebbe essere inteso come un insieme organico di molteplici risorse. Volta a volta inteso come una cava di legno, una riserva ecologica, un parco archeologico, un campo base per esplorazioni, un luogo per rievocazioni e per giochi, un centro per rigenerarsi fisicamente e spiritualmente. In definitiva un’isola virgiliana in cui gli echi del passato risuonano nel futuro.
Il programma prevede:
•    dal 9 al 10 settembre 2017, visite guidate al forte e alla mostra presso il bastione n. 4
(orari visite: 10 -12 / 16 – 18);
•    sabato 9 settembre alle 18,30 è prevista la rievocazione dedicata all’esplosione del 1917 con la partecipazione di Carlo Lucarelli e degli attori del Teatro Minimo di Mantova.

L’evento è promosso dal Comune di Borgo Virgilio col patrocinio del Politecnico di Milano, Polo di Mantova, ASA Advanced School of Architecture del Politecnico di Milano e con la partecipazione dell’Associazione Parchi Letterari Italiani ed è inserito nella programmazione degli eventi collaterali del Festivaletteratura di Mantova 2017. È previsto un bus navetta di collegamento con Pietole il giorno 9 settembre con partenza da Mantova.

_____________________

CONTATTI:


Informazioni e prenotazioni: affarigen@borgovirgilio.gov.it

0376 283082

_____________________

ALLEGATI:

Locandina