You are in:

01.09.16 Zero Energy Buildings Summer School OPEN DAY

COMUNICATO STAMPA

Zero Energy Buildings Summer School
OPEN DAY
Architettura, Energia e ambiente. L’eccellenza italiana

Mantova, 1 settembre 2016, aula Magna, ore 9:30 – 17:30
Politecnico di Milano, Polo territoriale di Mantova

Entro il prossimo decennio è previsto un radicale cambiamento del modello energetico su cui sono basate società ed economia dei Paesi industrializzati. A scala europea, le politiche nazionali e comunitarie hanno delineato obiettivi chiari ed improrogabili, quali l’abbattimento dei consumi, l’aumento dell’efficienza, la riduzione delle emissioni e l’incremento dell’utilizzo delle fonti rinnovabili. L’ambiente costruito rappresenta il campo strategico su cui si giocherà la partita della transizione da un assetto pesantemente energivoro ad una configurazione sostenibile ed equilibrata delle attività antropiche inserite nel territorio.
Il paradigma rappresentativo dei nuovi standard edilizi, attesi per l’immediato futuro, può essere individuato nell’edificio ad energia zero (Zero Energy Building), che è caratterizzato da performance estremamente avanzate e scambia l’energia autoprodotta con gli altri nodi (edifici, stabilimenti, centrali) cui è collegato, attraverso flussi in entrata o in uscita, a seconda delle necessità. La Zero Energy Buildings Summer School del Politecnico di Milano, che si tiene ogni anno presso il Polo di Mantova, ha l’obiettivo di formare tecnici ed esperti proprio sull’Architettura del futuro.
Nonostante la “povertà energetica” del nostro Paese, la cultura scientifica e tecnica italiana in materia di efficienza, comfort e sostenibilità riesce a raggiungere livelli di punta a scala mondiale. Grazie ad operazioni di ricerca, sviluppo ed applicazione di indubbio valore, che possono sicuramente fungere da riferimento e guida anche per le attività professionali diffuse, si assiste, infatti, ad un continuo e progressivo incremento della qualità progettuale e realizzativa.
L’Open Day della Summer School, sostenuta dalle aziende Hidros, Gualini, EnergyGlass, darà spazio agli interventi di personalità di spicco del mondo della ricerca e della professione che, attraverso l’illustrazione di casi esemplari negli ambiti della ricerca, dello sviluppo tecnologico e della progettazione, porteranno la loro qualificata testimonianza sull’eccellenza italiana nella gestione del complesso rapporto tra Architettura, Energia ed Ambiente.
Intervengono:
Federico Butera, Cesare Maria Joppolo, Gianni Scudo, Niccolò Aste, Claudio Del Pero (Politecnico Milano), Pietro Palladino (Ferrara - Palladino Lightscape), Petra Scudo (EURAC), Andrea Gasparella (Libera Università di Bolzano).

Ingresso libero

 


 

 


Allegati